Teodora. Ascesa di una imperatrice - Paolo Cesaretti | Storie di Storia

Teodora. Ascesa di una imperatrice – Paolo Cesaretti

 

L’autore di questo libro, Paolo Cesaretti, insegna Civilità Bizantina all’Università di Bergamo e ha pubblicato diversi libri che si occupano della storia di Bisanzio. Ha tradotto alcune opere bizantine, tra le quali vi è anche il testo di Procopio di Cesarea «Storie Segrete», importante fonte storica per conoscere la vicenda di Teodora. Procopio fece studi approfonditi di letteratura e diritto, ma questo gli conferì comunque poco potere nella sua vita. Fu consigliere del generale Belisario e trascorse al suo seguito molti anni. Di dieci anni più vecchio di Teodora, essendo nato nel 490 d.C. a Cesarea di Palestina, egli la diffama fin dalla sua infanzia, descrivendo dettagliatamente negli «Anekdota» tutte le infamie di Teodora, "abominio sul trono". La fortuna degli storiografi è che questo accanimento fornisce moltissime informazioni sulla vita della regina. Ciò fornisce le basi per iniziare una seria indagine sulla vita e il comportamento di Teodora e allo stesso tempo evidenzia la mentalità antifemminile e restia all’innovazione di Procopio.

Teodora e la sua corte - San Vitale, Ravenna
Il Cesaretti avvia la sua ricerca prendendo in esame la famiglia di Teodora. Il padre era un guardiano di orsi e la madre presto la avviò alla carriera di attrice mimica. Ciò che destò scandalo in Procopio è la progressione sino al trono imperiale da parte di una donna nata e cresciuta in umili ambienti. Il Cesaretti sottolinea come la sovrana abbia solleticato l’interesse di storici, letterati e re (Edward Gibbon, Donatien Alphonse, Francois de Sade, Victorien Sardou, Charles Diehl, Gabriele D’Annunzio, Robert Graves e Luigi XIV), i quali hanno visto in lei di volta in volta un personaggio sentimentale, lascivo, efferato.
Fa da sfondo a questa vicenda il VI secolo dopo Cristo, età ricca di contraddizioni e fermenti culturali, a cavallo tra il Medioevo e l’Evo antico. Roma è oramai perduta ed è occupata da orde barbariche, ma Giustiniano a Costantinopoli, imperatore della parte orientale dell’Impero Romano, vuole riconquistare la parte occidentale dell’Impero strappandola alle numerose tribù provenienti dalle steppe euro-asiatiche. Sceglie come moglie Teodora, donna bellissima e intelligente, che proviene dall’ambiente degli ippodromi e condivide con lei un potere assoluto che raggiunge quasi tutte le terre allora conosciute. Anche Costantinopoli fa da sfondo a questa vicenda. Amata dai due consorti, verrà abbellita da giardini, parchi, palazzi, statue, tanto da divenire la più bella metropoli dell’epoca.
Paolo Cesaretti
Il Cesaretti con maestria sa evidenziare luci e ombre della vita di Teodora. Inoltre riesce a tratteggiare con dovizia di particolari una serie di personaggi: generali, poeti celebri, papi, monaci, giuristi, eunuchi e funzionari pronti a recepire i voleri di Teodora.
La bibliografia è davvero molto ricca. Vengono distinti gli autori antichi da quelli moderni. Le opere citate non sono solo quelle scritte in latino, greco antico e italiano, ma anche in inglese, francese e tedesco. Pertanto chiunque voglia approfondire le sue conoscenze sull’argomento ha già una ricca bibliografia su cui contare.
Discrete le mappe storiche inserite nel testo, che contiene numerose fotografie di opere artistiche realizzate durante il regno di Giustiniano.
L’unico difetto, se tale può essere considerato, del libro del Cesaretti è che presuppone una buona conoscenza degli avvenimenti storici del VI secolo dopo Cristo, in particolare di quelli bizantini, della storia dell’arte e della civiltà bizantina.
Consiglio vivamente la lettura di questo testo a chi abbia il desiderio di approfondire le sue conoscenze su Teodora, Giustiniano e l’Impero Bizantino, in particolare nei suoi aspetti meno noti. Inoltre chiunque volesse conoscere maggiormente la figura di Giustiniano potrà leggere in questo blog l’articolo «Giustiniano: personaggio storico e letterario».
INDICE
Introduzione

1. Guardiano degli orsi
2. Li rimosse da quella carica….le reintegrarono nella carica
3. A seconda che ciascuna le paresse matura al compito
4. Seppe mettersi in evidenza
5. Somma creatrice di spudoratezza
6. Priva del minimo vitale
7. La pia, la santa, la devota
8. Console,io
9. Ricevettero il potere imperiale
10. L’armonioso movimento
11. Il potere è uno splendido sudario
12. Le vittorie a noi concesse dal cielo
13. La piissima consorte che ci è stata data da Dio
14. Crudeltà fuor dell’umano
15. Salomone, io ti ho sconfitto
16. Iddio…affidò queste terre ai demoni della violenza
17. Leale alla sua famiglia
18. Il suo prossimo scenario
Epilogo

Titolo: Teodora. Ascesa di una imperatrice 

Autore: Paolo Cesaretti

Editore: Mondadori

Pag.: 340

LINK

4 Risposta

  1. Anonimo
    Caspita Isabel .....che proprieta' che hai ....l'ho letto ...Oscar Storia ....sposa di Giustiniano ......grande imperatore ....e dietro a molte sue imprese si dice ci fosse proprio lei ....Forse dipinta un po' male dalla storia ....ma quante donne peggio di lei ....ieri ...oggi domani ...e anche tanti uomini ....ti pare ? ....Un bel libro .....( e poi per leggere un saggio o romanzo storico ...io penso sempre bisogna immergersi nell' epoca storica ....anche prima di emettere tante valutazioni e giudizi come in questo caso ....) Un bel libro ...<br />Ultimo Sole
  2. Concordo con te. Oggi poi più che mai c'è la moda di esprimere giudizi su personaggi del passato in totale ignoranza (voluta o meno) del contesto storico di cui sono figli. Teodora è stata sicuramente una grande donna, motivo sufficiente er i suoi denigratori contemporanei per cercare di affossarla. Sono contenta ti sia piaciuto il libro e la recensione che non è mia ma del mio socio di blog Giampiero Lovelli :)
  3. Anonimo
    Credo che sia molto interessante, anche se non è la materia che preferisco!<br />Miriam Goldstein
  4. Le storie delle donne potenti del passato, proprio perché figlie di società maschiliste e patriarcali, suscitano certamente curiosità e ammirazione. :)

Lascia un commento